Boom di ascolti a Capodanno per Rai 1, Amadeus batte tutti: tre volte meglio della Panicucci

Capodanno da record per Rai 1 e Amadeus, che ha superato di gran lunga i risultati di Federica Panicucci su Canale 5.

Il programma di Rai 1 per festeggiare l'arrivo del nuovo anno ha ottenuto un enorme successo. In particolare, il programma "L'anno che verrà", condotto da Amadeus e trasmesso in diretta da Crotone, ha attirato oltre 6 milioni di telespettatori. Al contrario, Canale 5 con il suo "Capodanno in Musica" condotto da Federica Panicucci, ha totalizzato meno di tre milioni di spettatori.

Boom di ascolti per Amadeus su Rai 1

Amadeus ha avuto un successo incredibile su Rai 1. Ottenere uno share del 40% è un traguardo che pochi programmi televisivi riescono a raggiungere e, di recente, solo la rete ammiraglia Rai ha raggiunto queste cifre, grazie proprio ad Amadeus, che si conferma sempre più popolare tra il pubblico. Nonostante molti dei cantanti che si sono esibiti durante la serata non fossero conosciuti dal pubblico over, il programma ha comunque ottenuto un risultato straordinario, superando di ben tre volte il numero di spettatori di Canale 5. Fino alle 2 di notte, "L'anno che verrà" di Amadeus ha raccolto quasi 4 milioni di spettatori.

Dati di ascolto incredibili per "L'anno che verrà"

"L'anno che verrà" ha registrato 6.202.000 telespettatori nella prima parte (20:52 - 00:56), con uno share del 40,06%. Nella seconda parte (01:00 - 01:38) sono stati 3.601.000 spettatori, con uno share del 40,69%. Nel segmento "Buonanotte" (01:42 - 01:50) sono stati registrati 2.506.000 spettatori, con uno share del 34,54%. In termini di share, questa è l'edizione più vista dal 2007, insieme a quella dell'anno del covid.

Ascolti Capodanno: altre reti

Su Canale 5, "Capodanno in Musica" (20:52 - 01:39) ha totalizzato 2.631.000 telespettatori, con uno share del 18,14%. Rai 3, con il "45° Festival del Circo di Montecarlo", ha ottenuto 773.000 spettatori con uno share del 4,88% nella presentazione e 1.280.000 spettatori con uno share del 7,94% durante il programma. Rai 2, con il film "La carica dei 101", ha ottenuto 1.107.000 spettatori, con uno share del 6,80%.

Su Italia 1, il film "Now you see me 2" ha totalizzato 490.000 telespettatori, con uno share del 3,05%. Su La7, il film "A qualcuno piace caldo" ha registrato 319.000 telespettatori, con uno share del 1,98%. Su Rete 4, il film "Un amore sotto l'albero" è stato visto da 288.000 telespettatori, con uno share del 1,79%. Su Nove, il documentario "A Kind of Magic - Queen in concert" ha registrato 259.000 spettatori, con uno share dell'1,9%. Infine, su Tv8, il film "Edward mani di forbice" è stato visto da 195.000 telespettatori, con uno share dell'1,2%.

I risultati di ascolto di Rai 1 per il Capodanno sono stati eccezionali, con Amadeus che ha ottenuto un incredibile successo con "L'anno che verrà". Nonostante molti dei cantanti presenti non fossero conosciuti dal pubblico over, la trasmissione è stata molto apprezzata e ha premiato la rete ammiraglia Rai. Con oltre 6 milioni di spettatori e uno share del 40%, Amadeus ha superato di tre volte i risultati di Federica Panicucci su Canale 5. Un successo straordinario che conferma la popolarità e l'abilità di Amadeus come conduttore.

E voi, cosa avete scelto di guardare per festeggiare il Capodanno?

Boom di ascolti a Capodanno per Rai 1, Amadeus batte tutti: tre volte meglio della Panicucci
Boom di ascolti a Capodanno per Rai 1, Amadeus batte tutti: tre volte meglio della Panicucci


"La televisione è lo specchio in cui si riflette la tragedia e la commedia dell'umanità", affermava il grande regista Federico Fellini. E a Capodanno, questo specchio ha riflettuto la chiara preferenza degli italiani per la tradizione e il calore di un conduttore che è ormai diventato un punto di riferimento: Amadeus. La sua capacità di intrattenere e coinvolgere è stata premiata con numeri da capogiro, che non solo attestano il successo del suo programma, ma sottolineano anche un fenomeno televisivo interessante: la ricerca di una familiarità e di un conforto nelle figure televisive, soprattutto nelle occasioni festive. La sfida tra Rai e Mediaset si conclude con un trionfo della rete pubblica, che si conferma ancora una volta la casa degli italiani nelle notti di festa. Ma oltre i numeri, ciò che emerge è una domanda più profonda: cosa cercano gli italiani in televisione oggi? Sembra che, al di là dell'intrattenimento puro, ci sia un bisogno di ritrovare quelle sensazioni di comunità e condivisione che solo i grandi eventi dal vivo sembrano ancora in grado di offrire.

Lascia un commento